Questo sito contribuisce alla audience di

Kuwayt, Al-

capoluogo del governatorato di Al-`Aşimah e capitale del Kuwait, 32.403 ab. (2005), 1.810.000 ab. (stima 2005) l'agglomerato urbano.

Situata sulla sponda meridionale della baia del Kuwait, insenatura del Golfo Persico. Già Kuwait City, fu fondata agli inizi del sec. XVIII da un gruppo di famiglie che, dall'interno della Penisola Arabica, emigrarono verso la costa. A lungo unica zona abitata del Paese, l'antica città trasse il suo sostentamento dalla pesca, dall'allevamento di perle e dal commercio con il subcontinente indiano e con l'Africa orientale. Con lo sviluppo dell'industria petrolifera, dopo la seconda guerra mondiale, la città conobbe un rapido sviluppo, diventando un fiorente centro amministrativo, commerciale e finanziario. Durante l'occupazione irachena, dall'agosto 1990 al febbraio 1991, Al Kuwait venne sistematicamente depredata, subendo notevoli danni a edifici e infrastrutture. Terminata la guerra, il governo kuwaitiano si è impegnato in una massiccia ricostruzione e rilancio economico. Dal 1966, la città è inoltre sede universitaria. § Il Museo Nazionale ospitava prima dell‘invasione irachena la collezione Al-Sabah, una delle più importanti raccolte di arte islamica esistenti al mondo. Saccheggiato e dato alle fiamme durante l‘occupazione, è sede di esposizioni temporanee allestite all'interno di una sala restaurata. Il monumento oggetto di maggiore venerazione da parte dei musulmani locali è però la Grande Moschea: inaugurata nel 1986, può ospitare più di 5500 fedeli. § È un importante centro commerciale e finanziario, sede di industrie cantieristiche, chimiche, petrolchimiche e dei materiali da costruzione. La città è servita dall'aeroporto internazionale del Kuwait e dai porti di Shuwaikh e Ahmadi.

Media


Non sono presenti media correlati