Questo sito contribuisce alla audience di

Làdoga, lago-

bacino lacustre (18.400 km²) della Russia, nella Repubblica di Carelia, a 4 m sul livello del mare, presso il confine con la Finlandia. Il maggiore d'Europa per superficie, lungo 210 km e largo 130, ha una profondità media di 51 m, con una sacca di escavazione glaciale (a N) che raggiunge i -225 m. Caratterizzato da coste alte e frastagliate a N e basse e paludose a S, è alimentato da numerosi fiumi, tra cui il Vuoksi, emissario del lago Saimaa in Finlandia, il Volhov (che lo collega al lago Ilmen), il Sjas, il Paša e lo Svir (che, da NE, gli reca le acque del lago Onega). Suo emissario è il fiume Neva, tramite il quale comunica, dopo un breve corso di circa 70 km, con il golfo di Finlandia (mar Baltico). La presenza di bassi fondali, di ghiacci e di frequenti nebbie rende difficoltosa, anche se non proibitiva, la navigazione. Nel lago si trovano ca. 660 isole, situate per lo più lungo la costa nordoccidentale, fra cui, principale, è l'isola di Valaam. Su questa, e su altre isole vicine, sono insediati antichi monasteri. § Redditizia è la pesca (trote, salmoni, tinche). Sulle sue rive si affacciano i centri di Sortavala, Priozersk e Pitkjaranta. In russo, Ladožskoje Ozero; in finlandese, Laatokka.

Media


Non sono presenti media correlati