Questo sito contribuisce alla audience di

Làives/Leifers

comune in provincia di Bolzano (8 km), 258 m s.m., 24,25 km², 15.069 ab. (laivesani o laivesotti/Leiferer), patrono: sant’ Antonio Abate (17 gennaio).

Cittadina situata al margine sinistro del fondovalle percorso dall'Adige. Parte della Contea di Bolzano, divenne possesso dei principi-vescovi di Trento nel 1027, rimanendo poi coinvolta nelle lotte tra i vescovi e i conti di Tirolo. La parrocchiale romanico-gotica, rimaneggiata, conserva l'originario campanile a bifore e trifore. Poco lontana, la chiesetta di San Pietro (sec. XII) custodisce un bel trittico gotico. § All'agricoltura, che produce soprattutto frutta (mele, uva, pere), si affiancano il commercio e l'industria, attiva nei settori alimentare, meccanico, chimico, del legno, dell'abbigliamento, delle materie plastiche, degli impianti per l'innevamento artificiale, dell'automazione, delle arti grafiche, della ceramica da arredamento, della lavorazione di materiali lapidei.

Media


Non sono presenti media correlati
. Webtrekk 3.2.2, (c) www.webtrekk.com -->