Questo sito contribuisce alla audience di

Lància

nobile famiglia che trae origine dal marchese aleramico Guglielmo del Vasto conte di Loreto. Manfredi I il Vecchio fu un noto poeta in lingua provenzale; i suoi due figli, Manfredi II, vicario imperiale in Italia (1240), e Bonifacio d'Agliano posero le basi della fortuna familiare, favorita anche dall'imperatore Federico II innamoratosi di Bianca, figlia di Bonifacio. Bianca seguì Federico II in Sicilia dandogli due figli, Manfredi, poi re di Sicilia, e Costanza, che sposò l'imperatore bizantino Giovanni III Ducas Vatatze, figli legittimati da Federico dopo le sue nozze con Bianca (1246). I Lancia, divenuti così potentissimi, appoggiarono Manfredi quando prese la corona di Sicilia e combatterono per lui contro Carlo d'Angiò (in particolare si distinsero Federico e Galvano). Dopo la conquista angioina Federico Lancia continuò a combatterli sul mare; suo figlio Corrado passò al servizio di Pietro III d'Aragona, marito di Costanza, figlia di Manfredi, favorendo la conquista aragonese della Sicilia e divenendo gran cancelliere dell'isola. Con lui iniziò il ramo dei Lanza.

Media


Non sono presenti media correlati