Questo sito contribuisce alla audience di

Láscaris, Costantino

umanista (Costantinopoli 1434-Messina 1501). Dopo la caduta di Costantinopoli (1453) fu, a Milano, maestro di greco di Ippolita Sforza per la quale compose l'Epitome delle otto parti del discorso (1476), il primo libro stampato in greco. Dopo aver seguito la sua allieva a Napoli, sposa del principe ereditario Alfonso, tenne a Messina, nel convento di S. Salvatore, una famosa scuola di greco che contò tra i discepoli anche Bembo. Lavorò tutta la vita a raccogliere testi classici che ordinò per affinità di materie.

Media


Non sono presenti media correlati