Questo sito contribuisce alla audience di

Lèchi, Teodòro

generale (Brescia 1778-1866). Fratello di Giuseppe e di Luigi, fu tra i promotori della rivolta di Brescia contro l'Austria (1797). Entrato al servizio dei Francesi, partecipò a quasi tutte le campagne napoleoniche. Colonnello, barone dell'impero (1809), comandante della guardia imperiale (1812) e generale di divisione (1813), nel 1814 tentò di sollevare i resti dell'armata italiana in favore di G. Murat. Catturato dagli Austriaci e rimesso in libertà nel 1819, durante l'insurrezione del 1848 fu posto a capo delle forze militari di Brescia dal governo provvisorio lombardo e nominato generale d'armata da Carlo Alberto.

Media

Teodoro Lechi