Questo sito contribuisce alla audience di

Lèo, Leonardo Ortènsio Salvatóre di-

compositore italiano (San Vito degli Schiavi, oggi San Vito dei Normanni, Brindisi, 1694-Napoli 1744). Si formò a Napoli, dove visse quasi sempre, entrando nel 1713 nella cappella reale (fu organista, vicemaestro e nel 1744 maestro di cappella) e ricoprendo incarichi di primo piano anche presso i conservatori della Pietà dei Turchini e di S. Onofrio. La sua produzione sacra e teatrale è tra le più significative della scuola napoletana nella prima metà del secolo. Per la magistrale scrittura contrappuntistica e la complessità dello stile, cui non rinunciò neppure nella produzione teatrale (più di 50 opere sicuramente sue, oltre ad alcune serenate), negli oratori e nei drammi sacri (8, fra cui Sant'Elena al Calvario, 1734, e La morte di Abele, 1738), fu ritenuto conservatore. Di notevole rilievo anche la sua musica strumentale.

Media

Leonardo Ortensio Salvatore di Leo

Collegamenti