Questo sito contribuisce alla audience di

Lèrici

Guarda l'indice

comune in provincia di La Spezia (10 km), 10 m s.m., 15,97 km², 10.900 ab. (lericini), patrono: Madonna di Maralunga (25 marzo).

Generalità

Cittadina posta in un'insenatura della costa orientale del golfo di La Spezia; importante località turistica balneare e di villeggiatura, nella seconda metà del sec. XX ha vissuto un periodo di eccezionale espansione edilizia, conservando tuttavia nel centro antico i tratti originari di borgo costiero con la tipica struttura urbana compatta, stretta attorno al castello che domina l'insenatura. I dintorni sono di grande interesse naturalistico (riserva di Montemarcello-Magra).

Storia

È ricordata con il nome di Portus Erici da Tolomeo e di Mons Ilicis in un documento del 1152, con cui veniva ceduta a Genova. Passò nel 1241 alla Repubblica di Pisa, che la cinse di mura e la fortificò (sec. XIII) con un poderoso castello, in grado di fronteggiare la fortezza genovese di Portovenere. Tornata a Genova (1256), divenne punto strategico del sistema difensivo della repubblica, di cui condivise le sorti, tranne che per un periodo di dominazione francese e aragonese.

Arte

Il castello, costruito sullo scoglio che ripara l'antico borgo medievale e tuttora assai ben conservato, costituisce il miglior esempio di architettura militare ligure. Edificato nel sec. XIII dai pisani, così come si presenta è il risultato delle successive modifiche genovesi (sec. XIV-XVI), che lo ampliarono e ne soprelevarono la possente torre pentagonale. All'interno sono la cappella di Sant'Anastasia, in stile gotico ligure, e il Museo geo-paleontologico. La parrocchiale di San Francesco, costruita nel sec. XVII su una fabbrica duecentesca, conserva dipinti del Sarzana e nell'annesso oratorio quattrocentesco di San Bernardino una statua lignea del Maragliano.

Economia

L'economia si basa soprattutto sul turismo e sulle attività legate alla pesca, tuttavia ridimensionate rispetto al passato. Completano il quadro economico l'agricoltura (olivo, vite e alberi da frutto) e l'industria, che opera nei settori meccanico, alimentare (olio d'oliva) e della lavorazione dei metalli.

Dintorni

Poco a N è San Terenzo, piccolo borgo la cui bella spiaggia è dominata dal castello genovese dei sec. XV-XVI. Fu nell'Ottocento località di villeggiatura di letterati tra i quali Percy B. Shelley (che in queste acque perse la vita), G. Byron e Sem Benelli. Pittoresco è il nucleo di Fiascherino, antico borgo di pescatori dalle tipiche case colorate, dove soggiornò D. H. Lawrence. Anche il piccolo centro di Tellaro conserva le caratteristiche tipiche di borgo marinaro dalle case colorate unite in una struttura compatta.

Media


Non sono presenti media correlati