Questo sito contribuisce alla audience di

Lìbera Confederazióne Generale Italiana dei Lavoratori

(LCGIL), organizzazione sindacale nata dopo che, nel luglio 1948, la corrente sindacale cristiana aveva lasciato il sindacato unitario CGIL, per dissensi che riguardavano l'uso dello sciopero politico, in particolare quello che aveva fatto seguito all'attentato a Togliatti. Fondato sull'idea dell'autogoverno delle categorie, il sindacato, che pur raccogliendo i lavoratori cattolici aveva perso la sua natura confessionale, fu vittima di aggressioni violente da parte di sindacalisti comunisti. Riuscito tuttavia a radicarsi nel Paese, partecipò alla sua ricostruzione attraverso l'accettazione del piano Marshall; dopo aver contribuito alla nascita di una nuova confederazione internazionale (ICFTU, International Confederation of Free Trade Unions) svolse il suo unico congresso nel novembre 1949 (che confermò alla sua guida Giulio Pastore) prima di dar vita, con la fusione con altri sindacati minori usciti dalla CGIL, alla CISL italiana.

Media


Non sono presenti media correlati