Questo sito contribuisce alla audience di

Lòria, Arturo

scrittore italiano (Carpi 1902-Firenze 1957). Appartenne al gruppo fiorentino raccolto intorno alla rivista Solaria. Rientrato in patria dagli USA, dove si era recato per sfuggire alle persecuzioni razziali, fondò (1945) con Montale e Bonsanti il periodico Il Mondo. Dopo i primi racconti di genere picaresco, Loria scrisse la sua opera più persuasiva, La scuola di ballo (1932), dove raggiunse un saldo equilibrio tra realtà e fantasia. Loria ha inoltre lasciato un romanzo incompiuto (Le memorie inutili di Alfredo Tittamanti), la favola scenica Endymione (1947), le Settanta favole (1957). Postumi la raccolta poetica Il bestiario (1959) e i racconti de Il compagno dormente (1960).

Media


Non sono presenti media correlati