Questo sito contribuisce alla audience di

López de Santa Anna, Antonio

generale e uomo politico messicano (Jalapa ca. 1795-Messico 1876). Da giovane prese parte alle guerre di indipendenza. Tradì poi Iturbide e si unì ai federali per proclamare la Repubblica. Nel 1834 fu proclamato presidente, ma il suo governo caotico provocò insurrezioni e la perdita del Texas nel 1836. Cadde in disgrazia, ma nel 1838 acquistò nuova fama combattendo contro i Francesi a Veracruz, nel cui assedio perse una gamba. Nel 1841 era di nuovo presidente. Confermato nel 1844, l'anno successivo fu deposto e dovette fuggire. Ma la guerra contro gli Stati Uniti, scoppiata dopo l'annessione del Texas nel 1845, lo richiamò in patria, dove ottenne il comando dell'esercito. L'esito del conflitto fu disastroso per il Messico e López de Santa Anna dovette fuggire. Dopo appena 4 anni riuscì a impadronirsi di nuovo del potere. Nel 1853 si fece proclamare “dittatore a vita”. Nel 1855 fu ancora costretto all'esilio. Nel 1864 offrì i suoi servigi a Massimiliano, ma questi gli proibì l'ingresso nel Paese. Rientrò più tardi, ormai prossimo alla morte.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti