Questo sito contribuisce alla audience di

Lùcio III

(al secolo Ubaldo Allucingoli), papa (Lucca ?-Verona 1185). Cistercense, cardinale (1141) e vescovo di Ostia e Velletri (1159), succedette (1181) ad Alessandro III. Dovette abbandonare Roma, dominata dai repubblicani, e cercò un accordo politico, ma senza successo, con Federico Barbarossa (Sinodo di Verona, 1184). Scomunicò i catari, i valdesi e gli arnaldisti, ordinandone una severa repressione.

Media


Non sono presenti media correlati