Questo sito contribuisce alla audience di

Laménti, I-

ciclo di liriche (1580) del poeta polacco J. Kochanowski. Scritte per la morte della prediletta figlia Orsula, rivelano tutta la vita interiore dell'autore, riflettendo il suo duplice travaglio: quello dei sentimenti paterni e quello delle concezioni filosofiche. Sotto il peso della tragedia il poeta dubita della fondatezza del razionalismo ma, dopo aver penetrato l'oscurità che si apre oltre la tomba, è costretto a riconoscere in esso l'unico elemento capace di farlo uscire dallo stato di un'angoscia senza speranza.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti