Questo sito contribuisce alla audience di

Lambruschini, Luigi

ecclesiastico (Genova 1776-Roma 1854). Arcivescovo di Genova (1819) e nunzio a Parigi (1827), fu fatto cardinale nel 1831. Di idee antiliberali e conservatrici, venne nominato cardinale di Stato da Gregorio XVI dopo le dimissioni di Bernetti (1836) e durante il conclave del 1846 fu il candidato dei reazionari più retrivi. Membro della consulta, prefetto della congregazione dei riti e cancelliere degli ordini pontifici, fu odiatissimo dai liberali e dal 1848 al 1850 dovette rifugiarsi a Gaeta con Pio IX.

Media


Non sono presenti media correlati