Questo sito contribuisce alla audience di

Landini, Taddèo

scultore italiano (Firenze ca. 1550-Roma 1596). Allievo di Giambologna, scolpì a Firenze la statua dell'Inverno per il ponte di S. Trinita. Stabilitosi a Roma, vi eseguì numerose opere, oggi in parte perdute. Suo capolavoro è l'elegante e armoniosa Fontana delle Tartarughe in bronzo (1585), presso palazzo Mattei, che per la dinamicità delle forme e la perfezione tecnica rivela l'influsso del Cellini. Notevole anche il gruppo dei quattro Mori realizzato per la grande fontana del parco di villa Lante presso Bagnaia (Viterbo).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti