Questo sito contribuisce alla audience di

Landsat

Guarda l'indice

Descrizione generale

Nome di una serie di satelliti statunitensi, realizzati dalla NASA e gestiti dalla NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration) per l'osservazione delle risorse terrestri. Il 1 (denominato anche ERTS 1, Earth Resources Technology Satellite) fu lanciato il 23 luglio 1972 con un vettore Delta. La sua attività in orbita si concluse nel gennaio 1978, dopo aver raccolto oltre 300.000 immagini della superficie terrestre. Il secondo satellite della serie, 2, fu messo n orbita nel gennaio 1975 e fu disattivato nel 1981. 3, cominciò a funzionare in orbita nel marzo 1978 e uscì di servizio nel 1983. I primi 3 Landsat, come pure i successivi, erano posti su orbite polari in modo da coprire tutta la superficie della Terra e disponevano di uno scanner multispettrale per realizzare immagini in 3 colori e nell'infrarosso. Con 4, messo in orbita il 16 luglio 1982, cominciò una serie più evoluta di Landsat. Questi satelliti sono infatti in grado di realizzare mappe tematiche di intere regioni della Terra. Il 4 disponeva di uno strumento, il Thematic Mapper (TM), in grado di riprendere le zone della Terra sorvolate in 7 bande spettrali. Portava a bordo anche un secondo sensore, il Multispectral Scanner Subsystem (MSS). Pesava poco meno di 2 t e descriveva orbite polari di 705 km di altezza. Il Thematic Mapper consente di fotografare la Terra in 7 bande diverse di lunghezza d'onda risolvendo dettagli di 30 metri. Poiché questo strumento entrò quasi subito in avaria, nel marzo 1984, fu lanciato il gemello 5. Il satellite successivo, 6, fu lanciato nel 1993, ma andò perso. In generale, le immagini dei Landsat, oltre che per la sicurezza nazionale statunitense, vengono ampiamente utilizzate in agricoltura per la pianificazione dell'attività agricola e sono commercializzate in tutto il mondo.

Il Landsat 7

Il 7, lanciato il 15 aprile 1999 con un vettore Delta II dalla base di Vandenberg in California, si distingue per la presenza a bordo dello strumento denominato Enhanced Thematic Mapper Plus (ETM+), un Thematic Mapper avanzato, con il quale viene realizzata una biblioteca di immagini molto dettagliate della Terra, seguito logico dell'attività dei Thematic Mapper. Ogni futura modifica dell'aspetto della superficie terrestre, dovuta sia a cause naturali sia all'attività dell'uomo, potrà essere confrontata, in un futuro più o meno lontano, con la biblioteca realizzata tramite l'Enhanced Thematic Mapper Plus. Un prezioso contributo in questo senso è stato dato per esempio in occasione dello tsunami del 24 dicembre 2004: le immagini del Landsat hanno permesso di confrontare adeguatamente la situazione successiva al cataclisma con quella preesistente. Tra la ricca strumentazione di bordo, 7 dispone anche di un registratore a semiconduttore che gli consente di tenere in memoria sino a 100 immagini ottenute con l'ETM+.

Media


Non sono presenti media correlati