Questo sito contribuisce alla audience di

Lapis Niger

(latino propr. pietra nera). È il nome con cui si designa una piccola platea lastricata in marmo nero e circondata da una balaustra di marmo bianco, rinvenuta nel foro romano nel 1899. Fu forse una tomba o servì probabilmente a coprire un luogo sacro o nefasto o una serie di monumenti più antichi. Sotto di essa sono stati rinvenuti resti del sec. IV a. C. e il notissimo cippo del Foro, anch'esso in genere indicato come Lapis Niger. Si tratta di una stele di tufo, troncata, recante una iscrizione bustrofedica, oggi comunemente datata al sec. VI a. C. che costituisce uno dei più antichi documenti di lingua e di scrittura latine.

Media


Non sono presenti media correlati