Questo sito contribuisce alla audience di

Lavaróne

comune in provincia di Trento (30 km), 1170 m s.m., 26,31 km², 1084 ab. (lavaronesi), patrono: san Floriano (4 maggio).

Centro esteso sull'altopiano omonimo, propaggine occidentale di quello di Asiago; sede comunale è Gionghi. Citato nel 1192, il territorio fu feudo dei signori di Caldonazzo. Nel sec. XIII appartenne al comune di Vicenza e nel sec. XIV ai Sicconi di Caldonazzo; nel sec. XV fu teatro di battaglia tra l'imperatore Massimiliano I e Venezia, e nel 1535 tornò ai vescovi di Trento.§ Nei pressi della frazione di Cappella si erge il forte Belvedere, caposaldo austriaco durante la prima guerra mondiale ed esempio ben conservato di architettura militare.§ L'economia locale si basa sull'agricoltura (ortaggi, frutta e foraggi), l'allevamento bovino e caprino, l'industria delle materie plastiche e del legno. Rilevante l'attività turistica; sviluppato il commercio.§ In estate vi si svolgono la 100 km dei Forti e la 1000 Grobbe Bike, competizioni di rilievo nazionale dedicate ai mountain-bikers, e il Triathlon Lavarone.

Media


Non sono presenti media correlati