Questo sito contribuisce alla audience di

Lavater, Johann Kaspar

pensatore svizzero (Zurigo 1741-1801). Allievo di Bodmer e Breitinger, sacerdote, nutrì sentimenti antiaristocratici e antifrancesi. Fu amico di Goethe, Herder e Hamann, che videro in lui un precursore, soprattutto per l'opera Aussichten in die Ewigkeit (1768-78; Visioni dell'eternità) in cui Lavater, influenzato dalla teologia protestante e da Rousseau, trasfuse la filosofia settecentesca in una nuova mistica, ampiamente recepita dalla cultura romantica tedesca. Lavater deve la sua fama soprattutto ai Physiognomische Fragmente zur Beförderung der Menschenkenntnis (1775-78; Frammenti fisiognomici per la promozione della conoscenza dell'uomo), dove fonda la teoria di una stretta relazione tra aspetto fisico e struttura psicologica dell'uomo.

Media


Non sono presenti media correlati