Questo sito contribuisce alla audience di

Lazzarini, Giùlia

attrice teatrale italiana (Milano 1934). Debuttò nel 1954 al Piccolo Teatro di Milano, dove ha svolto gran parte della sua carriera, culminata in alcuni spettacoli di Giorgio Strehler: Vita di Galileo di Brecht, Il giardino dei ciliegi di Čechov, di Shakespeare, Giorni felici di Beckett e (nella parte di Margherita) Faust di Goethe. Successivamente la Lazzarini ha continuato a lavorare con Strehler, sotto la cui direzione, tra l'altro, ha vestito i panni dell'Angoscia nel Faust-Frammenti parte seconda in scena al Teatro Studio di Milano nel 1991. Sempre per il regista milanese ha interpretato Siamo momentaneamente assenti di Luigi Squarzina al Piccolo nel 1992. Per questa opera ha anche vinto il Premio Idi (Istituto del dramma italiano). Ancora con Strehler ha rivestito il ruolo di Sgricia nei Giganti della montagna di L. Pirandello (1994). È stata poi insignita del Premio Salvo Randone come migliore attrice nel 1996. Ha poi interpretato, nel 1998, Morte di un commesso viaggatore di A. Miller , con la regia di G. Cobelli. In televisione ha preso parte, Nel 2007 ha recitato nella fiction televisiva Maria Montessori - Una vita per i bambini.