Questo sito contribuisce alla audience di

Leèna

(greco Léaina), nome di alcune cortigiane greche, tra cui la più nota è l'amante di Armodio col quale avrebbe partecipato alla congiura contro il tiranno Ippia e che si sarebbe tagliata la lingua, dopo il fallimento della congiura, per non rivelare il nome dei complici. Questa tradizione, probabilmente leggendaria, giustifica la presenza sull'Acropoli di Atene di una leonessa (léaina, in greco) bronzea senza lingua che sarebbe stata dedicata dagli Ateniesi a Leena.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti