Questo sito contribuisce alla audience di

Leóni, Leóne

scultore e medaglista italiano, detto l'Aretino (Menaggio ca. 1509-Milano 1590). Iniziò come medaglista a Venezia (medaglie con Tiziano e con l'Aretino) per passare poi a Roma e a Milano, dove nel 1542 divenne incisore delle monete imperiali. Fu al servizio di Carlo V dopo il 1545 (statue del Principe Filippo e dell'Imperatrice Isabella, Madrid, Prado; monumento sepolcrale di Carlo V, Madrid, Escorial) e a Bruxelles (1549). Le sue opere maggiori dopo il ritorno in Italia sono la facciata della sua casa a Milano, detta “degli Omenoni” (1565) e la statua di Vespasiano Gonzaga (Sabbioneta, chiesa dell'Incoronata). Tipico artista manierista, elegante e intellettuale, fu particolarmente abile nella definizione dei particolari, nei quali si rivela la tecnica dell'orafo.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti