Questo sito contribuisce alla audience di

Leśmian, Bolesław

poeta polacco (Varsavia 1877 o 1878-1937). Esordì nel clima del modernismo, rivelando nella raccolta Il frutteto al quadrivio (1912) affinità col simbolismo e l'espressionismo. Superate le convenzioni stilistiche e filosofiche della “Giovane Polonia”, fu tra i più originali poeti polacchi e creò un nuovo tipo di ballata popolare e di poema favolistico. Le sue principali raccolte (Il prato, 1920; Il filtro d'ombra, 1936; Vicenda boschiva, postumo, 1938) sono state tardivamente apprezzate dalla critica.

Media


Non sono presenti media correlati