Questo sito contribuisce alla audience di

Le Roy Ladurie, Emmanuel

storico francese (Moutiers-en-Cinglais 1929). Direttore didattico dell'École Pratique des Hautes Études di Parigi dal 1965, professore di scienze sociali all'Università di Parigi dal 1970, professore di storia della civiltà moderna al Collège de France dal 1973, ha assunto nel 1987 la responsabilità della Bibliothèque Nationale di Parigi. Considerato uno dei più autorevoli storici francesi del nostro tempo, è il più noto rappresentante di un metodo che da un'analisi complessiva di ogni documentazione possibile ricostruisce una realtà storica in tutti i suoi aspetti. Sono esemplari in questo senso le sue due opere note anche in Italia, e non solo fra gli specialisti, Les paysans de Languedoc (1966, ed. definitiva 1969; I contadini di Linguadoca) e Montaillou, village occitan de 1294 à 1324 (1975; Storia di un paese: Montaillou), in cui sono anche messi a punto numerosi suoi studi precedenti. Tra gli altri suoi lavori si ricordano: Histoire du climat depuis l’an Mil (1967) e, importantissimo sul piano del metodo storico, Le territoire de l’historien (1973; Le frontiere dello storico). Ricordiamo ancora: L’argent, l’amour et la mort en pays d’oc (1980), l'autobiografia politica Paris-Montpellier PC-PSU. 1945-1963 (1982), Le siècle des Platter. 1499-1628 (1995), Saint-Simon, ou le système de la Cour (1997) e L’Etat royal (1999; Lo stato del re).

Media


Non sono presenti media correlati