Questo sito contribuisce alla audience di

Leakey, Richard Erskine

paleoantropologo di origine inglese (Nairobi, Kenya, 1944). Figlio di Mary e Louis Seymour, iniziò giovanissimo campagne di ricerca con i genitori, divenendo uno dei massimi studiosi ed esperti nel campo della paleoantropologia africana. È stato direttore del Museo Nazionale del Kenya e ha diretto il Koobi Fora Research Project, Lake Turkana, che a partire dal 1969 ha permesso di riportare alla luce molti reperti fossili di Ominidi, compresi quelli del genere Homo. Nel 1983 contribuì a un'importante scoperta, che riportò alla luce frammenti di mandibola, cranio, denti di , creatura simile ai primati risalente a 17 milioni di anni fa. Leakey ha fondato il Louis Leakey Memorial Institute per lo studio della preistoria africana ed è stato direttore del Museo Nazionale del Kenya dal 1968 al 1989. Dal 1989 al 1990 è stato responsabile per la tutela ambientale del Kenya. Attivo nella lotta al mercato nero dell'avorio, ha cercato di conciliare la tutela dell'ambiente con le esigenze dei contadini locali. Nel giugno del 1995, in seguito a un incidente aereo in cui ha perso l'uso delle gambe, ha assunto l'incarico di segretario generale di un nuovo partito kenyano di opposizione. È autore di numerose opere, fra le quali Il lungo viaggio dell'uomo (1982), Origini dell'uomo (1993), La sesta estinzione. La complessità della vita e il futuro dell’uomo (1998), Le origini dell’umanità. Alla ricerca del nostro antenato più antico (2001), La natura in pericolo. La mia lotta per salvare i tesori naturali africani (2002).

Media


Non sono presenti media correlati