Questo sito contribuisce alla audience di

Leigh, Mike

regista cinematografico inglese (Salford 1943). La grande lezione del realismo britannico ha trovato nel cineasta un sensibile allievo e poi un maestro, oltretutto dotato di grande senso dell'umorismo. Dotato di una lunga esperienza teatrale (ha scritto e allestito più di 20 pièces) e televisiva, dedica grande attenzione al rapporto con gli attori, cosa proficua anche sul set, data l'assoluta originalità delle sue storie, poco ricche di scene d'azione e in cui i dialoghi e i dettagli psicologici assumono importanza definitiva. Ha debuttato nel 1971 con Bleak Moments, seguito nel 1973 da Hard Labour; ma i suoi primi significativi successi sono stati alla fine degli anni Ottanta, quando il cinema britannico, sull'onda della reazione al governo Thatcher, si è messo in prima fila nella denuncia degli squilibri di un sistema fortemente punitivo nei confronti dei meno abbienti. Così Belle speranze (1988) e Dolce è la vita (1991) sono stati due impressionanti spaccati di vita proletaria quotidiana. Con Naked (1993) ha vinto il premio per la miglior regia a Cannes e il protagonista, David Thewlis, quello per il miglior attore. Con Segreti e bugie ha vinto, nel 1996, la Palma d'Oro. Successivamente ha diretto Ragazze (1996), Hannah & Annie (1997), Topsy-Turvy (1999), Tutto o niente (2003), Il segreto di Vera Drake (2004), che ha vinto il Leone d'oro alla Mostra del cinema di Venezia di quell'anno, Happy-Go-Lucky (2008), Another Year (2010), presentato al Festival di Cannes e Mr. Turner (2014), sulla vita del pittore William Turner.

Media


Non sono presenti media correlati