Questo sito contribuisce alla audience di

Leino, Eino

pseudonimo del poeta e drammaturgo finlandese Armas Leopold Eino Lönnbohm (Paltamo 1878-Nuppulinna 1926). Formatosi nel clima del neoromanticismo simbolista, cercò di fondere il modernismo europeo con le tradizioni mitiche del suo Paese creando in tal modo un'opera originale e complessa. Della sua produzione lirica sono particolarmente interessanti i due volumi dei Versi di helka (1903, 1916), così chiamati dai falò di primavera, accesi per festeggiare la rinascita della natura. Si tratta di una raccolta di ballate e leggende di tono arcaico, piene di reminiscenze eroico-magiche. Pubblicò anche volumi di poesia intimista (Notte d'inverno, 1905; Gelo, 1908), mentre altre raccolte (Miraggio, 1902; Simo Hurtta, 1904, 1919) hanno una vena tragico-epica. I volumi dell'ultimo periodo della sua vita (Bellerofonte, 1919; Il vecchio pastore, 1921) rivelano una saggezza ormai rassegnata. I suoi drammi, quasi sempre estetizzanti e lirici, sono stati raccolti in sei volumi sotto il titolo Maschere (1905-11). Importante anche la sua opera di traduttore, in particolare della Divina Commedia.

Media


Non sono presenti media correlati