Questo sito contribuisce alla audience di

Lewis, Percy Wyndham

pittore e scrittore inglese (nato in mare e registrato poi ad Amherst, Canada, 1884-Londra 1957). Elaborò una pittura di autonoma espressione, impostata con lucida organizzazione strutturale e spaziale, secondo una personale interpretazione dei principi del cubismo e della dinamica del futurismo. Fu, con Ezra Pound, il promotore del vorticismo. La rigorosa impostazione geometrica emerge sia nelle composizioni non-figurative sia in quelle di indirizzo realistico (Ritratto di Ezra Pound; Composizione, 1912; Resa di Barcellona, 1936, Londra, Tate Gallery). In campo letterario condusse una polemica violenta contro la civiltà delle macchine e l'arte contemporanea, postulando nei libri di critica sociale e culturale e realizzando nei romanzi e racconti una densa frattura con le forme del passato. Della sua feconda produzione si ricordano: Tarr (1918), The Childermass (1928; La festa degli innocenti), che insieme con Monstre Gai (1955) e Malign Fiesta (1955) forma la trilogia The Human Age (L'età umana), The Apes of God (1930; Le scimmie di Dio); i saggi The Lion and the Fox (1927; Il leone e la volpe), Time and Western Man (1927; Il tempo e l'uomo occidentale), The Jews, Are they Human? (1939; Gli ebrei sono esseri umani?), con cui approvava l'antisemitismo nazista, The Demon of Progress in the Arts (1954); le due autobiografie, Blasting and Bombardiering (1937; Sparando e bombardando) e Rude Assignment (1950; Duro compito).

Media


Non sono presenti media correlati