Questo sito contribuisce alla audience di

Li Peng

uomo politico cinese (Chengtu 1928). Formatosi come ingegnere a Mosca, all'inizio degli anni Ottanta ebbe vari incarichi di governo occupandosi di industria, energia elettrica, educazione. Vicepresidente del Consiglio di Stato dal 1983 e facente funzione di primo ministro nel 1987, fu nominato primo ministro effettivo nel marzo del 1988. Conservatore, approvò la repressione del movimento di opposizione consumatasi con la strage di piazza T'ien-an-Mên (giugno 1989), ma in occasione della VII assemblea del Congresso del Popolo (marzo-aprile 1992) fu costretto ad accettare una linea pragmatica e di superamento del marxismo. Nel 1993 fu nuovamente confermato primo ministro, carica che mantenne fino al 1998, quando diventò presidente del Parlamento. Nel 2003, in seguito al rinnovo delle cariche di governo è andato in pensione.

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti