Questo sito contribuisce alla audience di

Lindsay, Norman

scrittore australiano (Creswick, Victoria, 1879-Springwood 1969). Collaboratore e illustratore del Bulletin, critico letterario della rivista Vision, fu una delle figure-chiave della vita culturale australiana negli anni Venti e Trenta. La sua concezione della vita, modellata su Nietzsche, lo portò a una critica dissacrante delle istituzioni borghesi e a un culto della personalità che si tradusse in arrogante individualismo. Tra le sue opere: A Curate in Bohemia (1913), Miracles by Arrangement (1932), Saturdee (1933), Age of Consent (1938), Dust or Polish? (1950), Rooms and Houses (1968). Apprezzata la sua produzione destinata all'infanzia, in particolare il romanzo The Magic Pudding (1918).

Media


Non sono presenti media correlati

Collegamenti