Questo sito contribuisce alla audience di

Ling Tse-feng

regista cinematografico cinese (1917-1999). Con Tsai Chiang diresse (1949) Figlie della Cina, che nel 1950 al Festival di Karlovy Vary rivelò il cinema della Rep. Pop. Cinese al mondo occidentale. Diresse poi La famiglia gloriosa e Il canto dei pastori dello Shensi del Nord (ancora sulla guerra partigiana) e I pastori d'oro e d'argento (sulle cooperative agricole), sempre con risultati non cospicui, finché nel 1956 realizzò la sua prova più alta e complessa, La madre, dove il tema del romanzo di Gorkij e del film di Pudovkin era ampliato a un arco storico di ventisei anni (1922-48) e liricamente adattato all'anima cinese. Affresco storico fu anche il suo film successivo, Cronache della bandiera rossa (1960), sulla lunga lotta per la terra nei primi decenni del secolo.

Media


Non sono presenti media correlati