Questo sito contribuisce alla audience di

Lisenko, Trofim Denisovič

agrobiologo russo (Karlovka, Poltava, 1898-Kijev 1976). Presidente dell'Accademia delle scienze agrarie e direttore dell'Istituto genetico dell'Accademia delle Scienze dell'URSS (1940-60), già noto per aver escogitato la tecnica agronomica per ottenere raccolti invernali seminando in estate (vernalizzazione), fra il 1938 e il 1960 è stato al centro di un'accesa polemica in seguito alla sua violenta campagna contro la genetica classica, da lui considerata reazionaria e idealistica. A essa Lisenko contrappose le teorizzazioni neolamarckiane di N. I. Mičurin, secondo cui i caratteri acquisiti sotto l'influenza delle condizioni ambientali possono essere trasmessi ereditariamente anche senza aver interessato il citoplasma. Le tesi di Lisenko, che ebbero un peso determinante sulle ricerche genetiche in URSS, dal 1960 sono state poste in discussione e poi screditate.

Media


Non sono presenti media correlati