Questo sito contribuisce alla audience di

Liutprando (vescovo)

vescovo di Cremona (Pavia ca. 910-972). Nato da un'antica famiglia di origine longobarda, coltissimo, entrò nel 931 alla corte di re Ugo di Provenza e prese gli ordini. Passato poi al servizio di Berengario II, andò a Costantinopoli come ambasciatore (949-51) ma, caduto in disgrazia, riparò presso Ottone I in Germania (956) dove scrisse l'Antapodosis, opera polemica ma ricca di notizie per la storia italiana ed europea dall'887 alla metà del sec. X.Nel 961 venne in Italia con Ottone, assistette alla sua incoronazione (Roma, 2 febbraio 962) e partecipò al sinodo che depose Giovanni XII (963) ed elesse papa Leone VIII. Quando questi morì (965) Liutprando fu inviato a Roma per l'elezione di Giovanni XIII. Partecipò poi all'incoronazione di Ottone II (Roma, Natale 967) e nel 968 guidò un'ambasceria a Costantinopoli per chiedere la mano di Teofano per Ottone II. Tornato a Costantinopoli per scortare Teofano in Italia, morì in viaggio. Il suo Liber de rebus gestis Ottonis imperatoris (comprendente i fatti dal 960 al 964) restò incompiuto.

Media


Non sono presenti media correlati