Questo sito contribuisce alla audience di

Locatèlli, Piètro Antònio

violinista e compositore italiano (Bergamo 1695-Amsterdam 1764). Allievo di Corelli a Roma, dopo un lungo periodo dedicato all'attività concertistica in Italia e in vari Paesi europei, si trasferì (1729) ad Amsterdam dove operò come compositore, concertista e consulente degli editori musicali Roger e Le Cène. Raffinato uomo di cultura, fu tra i maggiori virtuosi di violino del Settecento: della sua maestria esecutiva fanno fede i 24 Capricci (1733) che per molti aspetti preannunziano le omonime composizioni paganiniane. Ma al di là del fortissimo impegno virtuosistico la sua opera si segnala per la chiarezza formale, per l'ardita impostazione armonica e per l'intenso lirismo. Essa comprende: 12 Concerti grossi op. 1 (1721), L'arte del violino: 12 concerti... con 24 capricci op. 3 (1733), 6 Introduttioni teatrali e 6 Concerti op. 4 (1735), 6 Concerti a 4 op. 7 (1741) e numerose raccolte di sonate tra le quali spiccano le 12 Sonate da camera op. 6 per violino e basso (1737).

Media


Non sono presenti media correlati