Questo sito contribuisce alla audience di

Lorèggia

comune in provincia di Padova (22 km), 25 m s.m., 19,03 km², 5754 ab. (loreggiani), patrono: san Rocco (16 agosto).

Centro situato presso l'argine sinistro del torrente Musone dei Sassi. Zona di insediamenti nell'Età del Bronzo e poi in età romana, fu citato in un diploma dell'imperatore Ottone I (972) e a lungo conteso tra Padova e Treviso (sec. XII-XIV). Nel Quattrocento passò a Venezia.§ La parrocchiale di San Bartolomeo, ricostruita da Giorgio Massari, conserva sculture del Bonazza e del Bernardi. Il municipio ha sede nella villa Rana (sec. XVIII), con la facciata loggiata. Villa Polcastro-Wollemborg ha un ampio giardino ottocentesco di Giuseppe Japelli.§ L'agricoltura produce cereali, uva da vino e foraggi; si pratica l'allevamento bovino e suino. L'industria è attiva nei settori alimentare, tessile, meccanico, elettrotecnico, dei materiali da costruzione, dell'abbigliamento, delle materie plastiche, delle arti grafiche, del mobile, della lavorazione dei metalli e del legno.

Media


Non sono presenti media correlati