Questo sito contribuisce alla audience di

Lucìfero di Càgliari

vescovo (m. Cagliari 370 o 371). Rigido oppositore dell'arianesimo, fu esiliato dall'imperatore Costanzo per non aver voluto sottoscrivere, nel Concilio di Milano del 355, la condanna di Atanasio. L'Editto di Giuliano l'Apostata (361) gli permise di ritornare alle sue attività ecclesiastiche, ma la sua chiusa intransigenza lo condusse a opporsi a ogni tentativo di distensione e di conciliazione tra ariani e atanasiani e infine ad assumere una posizione scismatica. Da lui presero nome i luciferiani, un gruppo di rigorosi antiariani.

Media


Non sono presenti media correlati