Questo sito contribuisce alla audience di

Lunakhod

nome dei veicoli automatici realizzati dall' URSS per sondaggi scientifici sulla superficie lunare. Il primo fu inviato con la sonda lunare Lunik 17 lanciata nel novembre 1970: pesava 756 kg ed era lungo e alto rispettivamente 2,2 e 2,1 m; munito di 8 ruote, è stato in grado di operare su superfici considerevolmente irregolari. Il Lunakhod 2 è stato invece trasportato sulla Luna dalla sonda Lunik 21, lanciata nel 1973. Ogni Lunakhod è dotato di sistema di propulsione elettrico, alimentato da accumulatori alimentati a loro volta da batterie solari; è radiocomandato da operatori terrestri in base al rilievo della superficie (su cui il veicolo sta muovendosi) le cui immagini sono riprese da tre telecamere. È in grado di effettuare analisi chimico-fisico-geologiche, di eseguire riprese televisive e telemetriche, di prelevare campioni; è dotato anche di un piccolo telescopio. Il Lunakhod-1 ha funzionato dal 17 novembre 1970 al 4 ottobre 1971; in quasi un anno ha percorso 10.540 metri nel Mare delle Piogge, ha studiato le proprietà fisiche del suolo lunare in 500 punti ed ha aseguito analisi chimiche in 25 punti. Ha inoltre trasmesso oltre 20.000 fotografie, di cui 210 erano viste panoramiche. Il Lunakhod-2 ha funzionato da gennaio a maggio 1973. In circa quattro mesi ha percorso 37 km all'interno del cratere Le Monnier effettuando alcune centinaia di test meccanici e chimici del suolo e inviando 8000 fotografie di cui 86 panoramiche

Media


Non sono presenti media correlati