Questo sito contribuisce alla audience di

Lunda (etnologia)

popolazione africana stanziata nella regione fra il Kasai e il medio corso del Lulua (Repubblica Democratica del Congo). I Lunda (BaLunda) sono agricoltori sedentari bantu organizzati su strutture matrilineari. Stabilitisi presso una tribù limitrofa, i Lunda l'avrebbero poi soggiogata consolidandosi e amalgamandosi. Essi si ritengono derivanti dall'originario gruppo Luba dal quale si sarebbero distaccati nel sec. XVI. Secondo le tradizioni orali che danno un'interpretazione mitica della fondazione dell'impero, un figlio del sovrano Luba, portatosi verso occidente, avrebbe sposato la figlia d'un capo villaggio che aveva diseredato i due figli ribelli e lasciato il potere alla figlia prediletta. Il nuovo Stato lunda estese nel sec. XVII il suo controllo sull'ampia savana che va dal fiume Kwango al lago Mweru e che comprende vasti tratti degli attuali territori dell'Angola, del Katanga e della Zambia. L'impero che ne derivò non assunse mai un carattere unitario, anche perché il re, o Mwata Yamvu, tollerò il permanere delle varie eterogeneità culturali e politiche, accontentandosi del pagamento del tributo che costituiva un attestato di sudditanza e un consistente gettito economico. La conquista coloniale portò a una divisione dell'antico impero tra Portogallo, Belgio e Gran Bretagna; ma molte delle sue strutture tradizionali sono tuttora evidenti.

Media


Non sono presenti media correlati