Questo sito contribuisce alla audience di

Lungro

comune in provincia di Cosenza (76 km), 600 m s.m., 35,18 km², 3145 ab. (lungresi), patrono: san Nicola di Bari (6 dicembre).

Centro posto sul versante meridionale del Pollino, nel cui parco nazionale è compreso. Già noto in epoca medievale per le miniere di sale, nella seconda metà del sec. XV venne ripopolato da profughi albanesi. Compreso nella Contea di Altomonte, fu poi infeudato a varie famiglie, tra cui i Campolongo e i Sanseverino. È sede vescovile. § Nella cattedrale di San Nicola di Mira, in cui si celebrano le funzioni in lingua greca e albanese, si trovano una tavola cinquecentesca della Madonna col Bambino e una serie di pitture murali del sec. XIX. § All'agricoltura (cereali, grano, olive, uva e ortaggi) si affianca l'allevamento (ovini, bovini e struzzi). § Il paese è sede della proloco italo-albanese per la salvaguardia e la valorizzazione delle tradizioni culturali degli albanesi di Calabria, e della Eparchia (diocesi) per i fedeli italo-albanesi di rito bizantino dell'Italia continentale.

Media


Non sono presenti media correlati