Questo sito contribuisce alla audience di

Lussu, Emìlio

uomo politico e scrittore italiano (Armungia, Cagliari, 1890-Roma 1975). Nel 1920 fondò il Partito Sardo d'Azione. Antifascista, fu deportato a Lipari, donde evase nel 1929 con C. Rosselli e F. Nitti. Esule a Parigi, fu tra i fondatori del movimento Giustizia e Libertà. Prese parte attiva alla Resistenza come esponente del Partito d'Azione. Deputato alla Costituente, poi senatore del PSI, militò anche nelle file del PSIUP. Narrò con calore umano e sorvegliata ironia le sue esperienze di antifascista (Marcia su Roma e dintorni, 1933) e di combattente alla prima guerra mondiale (Un anno sull'altipiano, 1938, da cui è stato tratto, nel 1970, il film Uomini contro di F. Rosi). Nello scritto Sul partito d'azione e gli altri (1968) rievocò le vicende politiche dell'ultimo quarantennio.

Media


Non sono presenti media correlati