Questo sito contribuisce alla audience di

Máriássy, Félix

regista cinematografico ungherese (Márkusfalva 1919-Budapest 1975). Si rivelò vicino al neorealismo italiano nei ritratti di vita quotidiana (La signora Szabó, con cui esordì nel 1949; Un bicchiere di birra chiara, piccolo, per favore) e anche negli affreschi storici (da Primavera a Budapest, 1955, ad Anni insonni, 1959, cinque episodi di lotta operaia nelle fabbriche di Csepel dal 1916 al 1944). Riconfermò la sua vena espressiva nel dramma satirico Impostori (1969), scritto dalla moglie Judit.

Media


Non sono presenti media correlati