Questo sito contribuisce alla audience di

Médecins sans Frontières

(MSF, Medici senza Frontiere). Organizzazione internazionale di assistenza umanitaria fondata nel 1971 da un gruppo di medici francesi per intervenire tempestivamente in situazioni di emergenza, quali guerre, catastrofi naturali ed epidemie. Il raggio d'azione si è poi esteso oltre l'emergenza e l'associazione è impegnata anche in situazioni di stabilità, laddove ci siano strutture sanitarie carenti e bisogni immediati, con interventi quali creazione di ospedali e ambulatori, formazione del personale locale, programmi di vaccinazione ecc. Fin dalla sua fondazione, MSF (che conta circa 2500 volontari al lavoro in più di 80 Paesi) si è attenuta al principio fondamentale secondo il quale tutti hanno diritto a un'assistenza professionale adeguata, aldilà di confini nazionali, situazioni politiche o fedi ideologiche. In nome dell'etica medica e del diritto all'assistenza umanitaria, MSF mantiene un atteggiamento neutrale e rivendica libertà d'azione: una scelta che spesso ha portato a scontri con interessi politici locali e a conflitti con istituzioni e centri di potere. Dal 1998 agisce l'Unità Europea di Intervento di MSF, che coordina l'azione di sei sezioni europee nelle operazioni di emergenza (MSF Italia si è costituita nel 1993). L'associazione ha avuto diversi riconoscimenti internazionali, culminati, nel 1999, con l'attribuzione del premio Nobel per la Pace “a riconoscimento del pionieristico impegno umanitario dell'organizzazione in vari continenti”.