Questo sito contribuisce alla audience di

Mónte San Giovanni Campano

comune in provincia di Frosinone (22 km), 438 m s.m., 48,51 km², 12.739 ab. (monticiani), patrono: san Tommaso (7 marzo).

Centro della media valle del fiume Liri. È l'antico Castelforte, devastato dal duca di Benevento (702) e feudo dei conti d'Aquino (1157). Passato ai d'Avalos (1445), fu saccheggiato da Carlo VIII (1435). Acquistato dalla Chiesa (1595), ebbe il titolo di città nel 1834. ⿿ Di origine medievale, il centro è dominato dalla torre dell'Orologio, rimodernata in forme settecentesche, e dal castello baronale (sec. XI-XIII, poi modificato), dove san Tommaso fu tenuto in isolamento dalla famiglia, che ne ostacolava la vocazione religiosa. La collegiata di Santa Maria è neoclassicia. ⿿ L'economia si basa soprattutto sulle colture di oliveti, vigneti, cereali, frutta e ortaggi. Si praticano anche l'allevamento del bestiame e l'artigianato.