Questo sito contribuisce alla audience di

Mónte d'Accòddi

stazione preistorica situata nei pressi di Sassari, lungo la strada per Porto Torres. È uno dei siti archeologici di maggior rilievo della Sardegna e presenta, al centro di numerosi fondi di capanne di villaggi eneolitici e dell'antica Età del Bronzo, i resti di un'imponente struttura troncopiramidale alta 8 m risalente, nella sua prima fase costruttiva, alla seconda metà del IV millennio a. C. La destinazione rituale dell'altare (alto in origine più di 30 m) è dimostrata dalla presenza, riferibile al primo santuario (una nuova torre fu eretta, dopo un incendio, nel III millennio), di una grande tavola sacrificale, di alcuni menhir e di una sfera litica che reca incisi simboli di fertilità. Il santuario, che presenta una lunga rampa d'accesso, è simile per struttura agli ziqqurat mesopotamici e non ha equivalenti in Sardegna e nell'area del Mediterraneo. I materiali rinvenuti nell'area sono conservati nel Museo archeologico “G. Sanna” di Sassari.