Questo sito contribuisce alla audience di

Mónti, Màrio

economista e politico italiano (Varese 1943). Laureatosi in economia alla Bocconi di Milano, studia insieme al premio Nobel James Tobin all'università di Yale. Esperto di sistemi finanziari e creditizi, nel 1979 diventa ordinario di Politica e Teoria monetaria presso la stessa Bocconi, dopo aver insegnato alle università di Trento e Torino. Rettore dal 1989 al 1994, dal 1995 al 1999, su proposta del governo Berlusconi, diventa commissaro europeo, come responsabile di mercato interno, servizi finanziari e integrazione finanziaria, dogane e questioni fiscali. Assertore di norme antitrust, dal 1999 al 2004 assume l'incarico di commissario europeo per la concorrenza. Nel novembre del 2012, dopo essere stato nominato senatore a vita, G. Napolitano lo incarica a formare un nuovo governo, per far fronte alla difficile crisi politica ed economica del Paese. Resta in carica fino a dicembre dell'anno successivo, quando una parte della maggioranza gli toglie l'appoggio. Alle elezioni del febbraio del 2013 si presenta con Scelta Civica, un nuovo partito politico, nato per sostenere la sua candidatura a premier. Editorialista del Corriere della sera e autore di numerose pubblicazioni, ha pubblicato Il governo dell'economia e della moneta. Contributi per un'Italia europea, 1970-1992 (1992) e Intervista sull'Italia in Europa (1998).

Media


Non sono presenti media correlati