Questo sito contribuisce alla audience di

Mósca (provincia)

provincia della Russia occidentale, 47.000 km², 6.628.107 ab. (stima 2006), esclusa la città di Mosca che tuttavia ne ospita le funzioni di capoluogo, 141 ab./km². Confini: Jaroslavl' (NE), Vladimir (E), Rjazan (SE), Tula (S), Kaluga (SW), Smolensk (W), Tver (NW).

Si estende nel settore centrale del Paese con un territorio lievemente ondulato sullo spartiacque tra i fiumi Volga e Oka, ed è attraversata dai fiumi Moscova, Kljazma e Protva. Il suo territorio è parzialmente ricoperto di vaste foreste. § Una parte dell'economia si basa sulle risorse agricole (cereali, patate, allevamento), che forniscono una parte considerevole (anche se insufficiente) dell'approvvigionamento alimentare di base della capitale. Questa provincia è comunque una delle più industrializzate del Paese, servita da una fitta rete di collegamenti stradali, ferroviari e fluviali; ospita innumerevoli impianti attivi nei settori siderurgico (Elektrostal), meccanico (Mytišči, Kolomna, Podolsk, Ljubercy), tessile (Orehovo-Zujevo, Noginsk, Serpuhov, Egorevsk), chimico (Voskresensk, Orehovo-Zujevo, Serpuhov, Klin), alimentare e dei materiali da costruzione. Nel territorio sono presenti anche numerosi importanti centri di ricerca scientifica e istituzioni accademiche (Dubna, Puščino, Sergiev Posad, Žukovsky).