Questo sito contribuisce alla audience di

Müller, Georg Elias

psicologo tedesco (Grimma, Sassonia, 1850-Gottinga 1934). Nel 1880 insegnò nell'Università di Czernowitz e nel 1881 succedette a H. Lotze nella cattedra di filosofia di Gottinga. Si occupò di psicologia sperimentale, compiendo studi molto importanti sulla percezione visiva e soprattutto sulla memoria. Esercitò un'influenza fondamentale su tutta la psicologia tedesca della seconda metà dell'Ottocento e dei primi del Novecento, direttamente o tramite i numerosi allievi, tra i quali si ricordano E. Rubin, F. Schumann, D. Katz, O. Külpe, ecc. Opere principali: Zur Analyse der Gedächtnistätigkeit und des Vorstellungsverlaufes (1911-17; Per l'analisi dell'attività memorativa e del processo rappresentativo), Komplextheorie und Gestalttheorie (1923; Teoria del complesso e teoria della forma).