Questo sito contribuisce alla audience di

Macedònia Centrale

(Kentrikí Makedonía). Regione della Grecia settentrionale, 18.811 km², 1.874.594 ab. (2001), 100 ab./km², capoluogo: Salonicco. Province (nomói): Calcidica, Emathia, Kilkis, Pélla, Piería, Salonicco, Sérrai. Confini: Macedonia Orientale e Tracia (E), Mar Egeo (S), Macedònia Occidentale (W); Macedònia (N), Bulgaria (NE).

Situata nella sezione nordorientale, la Macedonia Centrale alterna aree montuose a pianure: delimitata a E dalla catena del Vèrmio, digrada poi verso E nella pianura alluvionale formata dal Vardar - Axiòs e dall'Aliakmon, l'altopiano della penisola Calcidica, che si prolunga nell'Egeo con la caratteristica forma delle tre dita, e a E la valle del fiume Strymón (Struma). Il clima è di tipo mediterraneo, con estati più fresche e ventilate rispetto alla Grecia meridionale, e gli inverni sono miti. La popolazione è concentrata nell'area urbana di Salonicco, seconda città della Grecia per importanza e capitale virtuale della sezione settentrionale del Paese; essa è il principale scalo commerciale sull'Egeo dell'entroterra macedone, importante centro finanziario e commerciale. Altri centri di rilievo sono Sérrai, Piería e Véroia. § L'economia è incentrata sulle produzioni agricole: uva, tabacco, cotone, frutta, cereali e sull'allevamento; la produzione industriale è concentrata nell'area del capoluogo (alimentari, distillerie, lavorazione del tabacco, chimica e petrolchimica). Rilevante l'afflusso turistico, specialmente nel periodo estivo nella penisola Calcidica e nel capoluogo.