Questo sito contribuisce alla audience di

Macià i Llussà, Francesc

uomo politico catalano (Villanueva y Geltrú 1859-Barcellona 1933). Membro del movimento Solidaritat Catalana, deputato dal 1907, si ritirò nel 1908 dal Parlamento, convinto della sua inutilità. Radicalizzate le sue posizioni dopo la prima guerra mondiale, nel 1922 fondò un partito politico, Estat Català, apertamente separatista. In esilio durante la dittatura di Miguel Primo de Rivera y Orbaneja, nel 1931 il suo partito, unito ad altre formazioni, si trasformò in un nuovo partito (Equerra Republicana de Catalunya) che ottenne un tale trionfo alle elezioni da permettere a Macià i Llussà di proclamare la Repubblica Catalana di cui fu il capo. Dopo trattative col governo di Madrid la Repubblica fu trasformata in Generalitat di cui Macià i Llussà fu presidente e di cui elaborò lo Statuto, che fu promulgato nel 1932.