Questo sito contribuisce alla audience di

Madurai (città)

Guarda l'indice

Generalità

Città (940.989 ab. nel 1991) dell'India, nello Stato del Tamil Nadu, capoluogo del distretto omonimo, 400 km a SSW di Chennai, a 148 m sul fiume Vaigai. Importante mercato agricolo della regione circostante, è sede di industrie tessili (seta, cotone), alimentari, meccaniche, del legno e del cemento. Università (1966). Aeroporto. Già Madura.

Cenni storici

Ricca di tradizioni religiose induiste e pertanto considerata santa, fu la capitale dei Pāṇḍya e perciò, come tutto il territorio, sotto il dominio dei Cola dal 920 fin verso la metà del sec. XII. Nel 1310 venne saccheggiata dalle truppe musulmane di Malik Kāfūr e nel 1327 venne sottomessa da un esercito di Muḥammad Tuġlaq. Rimasta musulmana per circa mezzo secolo, nel 1378 rientrò nella sfera induista con la conquista da parte di Vijayanagar.

Arte

Tra i monumenti della città, il più importante è il Vasānta o Pudu mandapa, complesso templare dedicato a Śiva e alla sua sposa Minākshī dal re nayak Tirumala (1623-59). I santuari delle due divinità śivaite si trovano al centro della città-tempio, cui si accede attraverso giganteschi gopuram (torri-portale). Il Gran Tempio di Madurai è famoso per l'esuberante decorazione scultorea a vivace policromia che adorna ogni minimo spazio. I due santuari di Śiva e di Minākshī sorgono isolati entro singoli recinti protetti da mura che incorporano vasche ed edifici vari. L'originalità di concezione di questo tipo di tempio ha definito un vero e proprio stile Madura.

Media


Non sono presenti media correlati